Il documento
Codice della crisi e disciplina transitoria
Pubblichiamo la circolare del CN sulla riforma fallimentare

Il 14 febbraio scorso è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, supplemento ordinario n. 6, il D.Lgs. n. 14 del 12 gennaio 2019, recante il Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza in attuazione della legge 19 ottobre 2017, n. 155.


Nonostante l’intera riforma sia destinata a non trovare immediata applicazione, poiché il Codice entrerà in vigore soltanto a partire dal 15 agosto 2020, alcune disposizioni prevedono un regime di entrata in vigore per così dire “anticipato” al 16 marzo 2019. Tra queste devono annoverarsi gli artt. 356 e 357 del Codice, norme aventi ad oggetto la disciplina dell’albo dei soggetti incaricati dall’autorità giudiziaria delle funzioni di gestione e di controllo nelle procedure di cui al codice della crisi e dell'insolvenza ed il relativo funzionamento.


Sul tema il Consiglio nazionale ha predisposto una Circolare che è una prima riflessione in merito all’operatività dell’albo, al regime di entrata in vigore delle nuove norme e i problemi di coordinamento tra queste ultime. Vengono svolte, altresì, alcune considerazioni in un’ottica propositiva e di dialogo con gli enti deputati alla prossima emanazione dei decreti correttivi e integrativi al Codice della Crisi.

Scarica il documento APRI ALLEGATO
Condividi su:      

© Copyright 2010  CNDCEC  - Piazza della Repubblica n. 59 - 00185 Roma - CF e P.Iva 09758941000 Tutti i diritti riservati Note legali  - Privacy
info@commercialisti.it  | consiglio.nazionale@pec.commercialistigov.it  | credits